sentido-ilhas

Le chiamano “isole dei sensi”… ed il senso in effetti c’è. Santo Antao, Sao Nicolau, Fogo e Brava aggiungono alla genuinità capo verdiana non solo la dote che solo la natura nella sua plenitudine e nei suoi capricci può creare, ma anche le conoscenze e i sentimenti dell’uomo e della donna disegnati in un’armonia che i secoli consistentemente hanno rafforzato.
Isole dei sensi e dei sentimenti: la sôdade (nostalgia) di São Nicolau radicata in tutto l’arcipelago; Il coraggio necessario in Santo Antao per rompere l’isolamento imposto dalla sua posizione geografica; l’immaginazione creativa di Fogo nella sua convivenza con un vulcano così inquieto; La solitudine che può anche essere considerata bella come lo dimostra l’isola Brava, bella come i tessuti che l’oricello dai suoi scogli un giorno colorava.
Se dalla vostre vacanze vi aspettate ben altro che non soltanto prendersi il sole al mare e si desidera invece esplorare la natura, conoscerla in quello che ancora oggi ha di raro e fuori dal comune, se si preferisce questo, che nell’imperfezione della terminologia si definisce come “ecoturismo” o “turismo alternativo”, le isole dei sensi fanno proprio al caso vostro.