santiago-imagem

LA CULLA DI UN`ACCATTIVANTE NAZIONE

La metà degli abitanti di Capo Verde (circa 500 mila) é concentrata nella più grande delle sue isole, quella di Santiago, dove si alleano il colorato cosmopolita e la lotta rurale per la sussistenza; la vegetazione paradisiaca e la desolazione del deserto, gli stili di vita isolati con quelli continentali. Un mosaico di varietà, un pezzo di Africa a disposizione del visitatore in cerca di osservare comodamente la natura o del visitatore curioso ed instancabile nella sua voglia di scoprire sempre mondi nuovi.

L’isola di Santiago a volte è considerata la “più africana” di tutte le isole di Capo Verde; è chiaro il motivo di quest’appellativo in quanto si tratta di quel territorio dell’arcipelago dove i contrasti sono più differenti e variegati. La chiamano anche la “culla della capoverdianitá” per la diversità e la ricchezza culturale, oltre che gastronomica e paesaggistica, che esibisce e fa le delizie dei visitatori, senza mai dimenticare le bellissime spiagge e le magnifiche baie.

plateau

DOVE ALLOGGIARE

L’offerta è molto varia, sia nei prezzi che nella qualità, e la città di Praia offre una gamma più diversificata di hotels, pousadas e pensioni. Si trovano alloggi anche a Tarrafal, Santa Catarina, Cidade Velha, Calheta de São Miguel, Rui Vaz e Santa Cruz.

DOVE MANGIARE
L’offerta è molto varia, sia nei prezzi che nella qualità, e la città di Praia offre una gamma più diversificata di hotels, pousadas e pensioni. Si trovano alloggi anche a Tarrafal, Santa Catarina, Cidade Velha, Calheta de São Miguel, Rui Vaz e Santa Cruz.

AVVENTURARSI
ALL’INTERNO INUSUALE DELL’ISOLA …

santiago-conteudo
Gli estremi Sud e Nord di Santiago distano tra loro 75 chilometri e collegano la Cidade da Praia a Tarragal, una parola, quest’ultima, che suscita sentimenti contrastanti che spaziano tra l’idea di libertà paradisiaca, regalata dalla natura e il terrore causato dalla rievocazione della tragica memoria del campo di concentramento coloniale, dismesso nel anno 1954 e trasformato oggi in museo, così da non perdere questa drammatica lezione di vita. Le spiagge di sabbia bianca esistenti qui, le uniche dell’isola, attraggono numerosi turisti stranieri e nazionali che cercano l’alternanza di momenti di divertimento a momenti di piacere e riposo. La strada che collega la Spiaggia del Tarrafal all’entroterra dell’isola è una radiografia di Santiago.

sao-jorge
Nel percorso tra la Cidade da Praia e il Tarrafal c’è il museo botanico di Capo Verde, a S. Jorge, il quale merita di essere visitato in quanto ricco di un esemplare varietà di natura di questo pezzo insulare dell’Africa. Continuando il percorso, si possono trovare luoghi
colpiti dalla siccità, si possono esplorare scogliere e anche imponenti montagne come nel caso del Pico da Antonia (il punto più alto dell’isola); man mano che ci si addentra si attraversano zone di deserto seguite poi da campi di vegetazione lussuriose.

barragem